• Luca Di Giammatteo

Perché non dobbiamo dare lo zucchero al nostro bebè?

Mi chiedono sempre, perché non dobbiamo dare lo zucchero al bambino? Oppure: “ posso dare zucchero di canna o dolcificante?”

La risposta in realtà la conoscono tutti. Lo zucchero rappresenta caloria “vuota”, non è produttiva per nessuno, parlando in termini biochimici. Questa caloria vuota si può tradurre in un aumento di peso in futuro, o in una malattia difficile da curare come : l’obesità. Ma c’è anche un motivo più profondo che cercherò di spiegare. La necessità di mangiare zucchero (alimenti dolci) è esclusivamente cosa da adulti. Il bambino sta sperimentando tutti i gusti e non conosce per esempio che il succo di ananas dev’essere addolcito. Lui impara ciò che gli mostriamo. Già per natura nostro figlio ama il dolce di fabbrica (latte materno). E se noi gli insegniamo a mangiare yogurt con zucchero, cioccolato , caramelle e leccornie varie è normale che lui apprezzi molto tutto ciò e che si lecchi i baffi. Per questo, non abbiamo la necessità, come genitori, di far scoprire ai nostri figli questo gusto. Perché lui già lo conosce e lo apprezza. Dobbiamo dedicarci a introdurre l’amaro, il salato, l’acido etc. Più introduciamo cibi dolcificati artificialmente e più il bambino vorrà alimenti dolci. E’ più difficile introdurre altri sapori, lo so benissimo , soprattutto quando il piccolo raggiunge un’età maggiore e l’appetito diminuisce. Per questo la maggior parte dei genitori afferma che ha difficoltà alimentari in casa, perché il figlio o non mangia oppure è estremamente selettivo e sceglie tra 5 e 8 tipi di alimenti soltanto. Questa selezione è dannosissima perché state pur certi che se date molto presto alimenti ricchi di zucchero, sicuramente tra i 5 8 alimenti che il piccolo mangia molti di questi sono dolci. Viviamo per educare i nostri figli, e l’educazione alimentare è anch’essa un’educazione! Educare il palato dei figli è compito nostro, e loro mangeranno ciò che hanno imparato a mangiare. Per finire , mi piacerebbe ricordare che è normale voler dare dolci ai bimbi. Anche se diamo dolci amiamo nostro figlio ci mancherebbe. Credo che lo “zucchero “ possa essere visto come un metodo di seduzione che abbiamo nei loro confronti, di affetto e amore. Vogliamo farli felici sapendo che loro ameranno questo gusto e quindi pensiamo: perché non dare loro questo momento di felicità? E’ difficile da spiegare in questi termini , è chiaro non moriranno per aver mangiato cioccolato un giorno , ma tutto ciò porrà delle difficoltà nella loro educazione alimentare aldilà della caloria vuota, della carie, e della predisposizione a malattie serie come l’obesità con tutte le sue complicazioni. I motivi sono molteplici, e tutto ha un suo tempo. Con calma scopriranno anche il dolce, ma lo faranno quando hanno già assaporato e apprezzato altri alimenti così che la soddisfazione sarà molto maggiore e potranno pensare e dire ciò che dice Massimo ,dopo aver pranzato e cenato cibo diverso , e aver ricevuto ( poche volte a settimana) un piccolo pezzettino del suo amato cioccolato fondente : “Tante Grazie Papà!!!!”


401 visualizzazioni

© 2019 Prima Pappa di Di Giammatteo Luca | tuaprimapappa@pec.it | P.IVA 02052030679

  • Facebook Prima Pappa
  • Instagram Prima Pappa